label_artisti

label_numero_risultati: 143

Carlo Socrate

Carlo Socrate

Carlo Socrate (Mezzanabigli, Pavia, 1889-Roma 1967) si trasferisca a Roma nel 1914. E’ attratto da Cézanne, che conosce grazie alle mostre della Secessione Romana, aperte sul contesto artistico europeo. Subisce l’influenza di Spadini, che nella Roma di quegli anni esercita una sorta di diffusa egemonia.
Cesare Maggi

Cesare Maggi

Cesare Maggi nasce nel 1881 a Roma da una coppia di attori e si forma a Firenze sotto la guida di Vittorio Corcos. Dal 1897 è a Napoli e frequenta lo studio di Gaetano Esposito, ma fa il suo esordio a Firenze nel '98 in occasione della LII Esposizione della Società di Belle Arti.
Ciro Ferri

Ciro Ferri

Formatosi alla scuola di Pietro da Cortona, il pittore e scultore romano divenne uno dei suoi migliori allievi. Durante l’intera carriera artistica, Ciro Ferri imitò la maniera del maestro e ne proseguì il riconoscibile stile “neoveneto” diffusosi a Roma nel quarto decennio del secolo.
Claude Monet

Claude Monet

Nasce a Parigi nel 1840 e muore a Giverny nel 1926. Figura di primissimo piano dell'Impressionismo, ha avuto un ruolo fondamentale come animatore del gruppo. “Costoro - scriverà Zola presentando gli Impressionisti al Salon del 1880 - si propongono di uscire dallo studio, dove i pittori si sono murati per tanti secoli e di andare a dipingere all'aria aperta dove la luce non è più unica, e si verificano effetti multipli.
Claude Vignon

Claude Vignon

Vignon è stato uno degli esponenti più significativi del caravaggismo francese. Nato a Tours nel 1593 da famiglia calvinista, l’artista si formò nella bottega del pittore manierista Jacob Bunel. I contatti con il raffinato ambiente della corte parigina di Enrico IV e Maria de’ Medici e con la seconda scuola di Fontainebleau ebbero grande peso nella sua prima formazione.
Consalvo Carelli

Consalvo Carelli

Consalvo Carelli (Napoli 1818 – 1900) compie un soggiorno romano tra la fine degli anni Trenta e gli inizi degli anni Quaranta entrando in rapporto con artisti stranieri. Compie allora una serie di vedute della Campagna Romana, espresse in un linguaggio che si potrebbe definire genericamente romantico.
Crescenzio Onofri

Crescenzio Onofri

Il paesaggista Crescenzio Onofri nacque a Roma poco dopo il 1632. La sua pittura, sia su tela che a fresco, seguì il modello classico e aulico di Gaspard Dughet, pur senza raggiungerne mai la stessa qualità e forza.
Cristiano Banti

Cristiano Banti

Cristiano Banti (Santa Croce sull’Arno 1824 - Montemurlo 1904) compie la sua prima formazione a Siena, in ambito strettamente accademico. I suoi primi incontri con macchiaioli furono con Odoardo Borrani e con Telemaco Signorini.
Daniele Ranzoni

Daniele Ranzoni

Daniele Ranzoni (Intra 1843 – 1889) passa dall’Accademia di Brera a Milano, dove egli compie i primi studi, all’Accademia Albertina di Torino, per tornare a Brera nel 1863. Ventenne dunque, Ranzoni ha già potuto vivere precocemente esperienze formative diverse, in due capitali culturali dell’Italia del Nord.
Edoardo Dalbono

Edoardo Dalbono

Edoardo Dalbono (Napoli 1841 – 1915) appartiene alla generazione che prende campo dopo l’azione rinnovatrice di Giacinto Gigante, e quando sono ben presenti i Palizzi, in particolare Filippo che gli è maestro.

label_ricerca

label_filtra

label_categorie

  • Secolo