label_artisti

label_numero_risultati: 143

Lorenzo Gignous

Lorenzo Gignous

Lorenzo Gignous (Modena 1862 - Porto Ceresio 1958) frequenta a Milano l’Accademia di Brera e trascorre la sua vita in Lombardia. Egli è dunque, per situazione anagrafica, uno degli artisti che nati nella seconda metà dell’ottocento e formatisi all’interno delle culture figurative di quel secolo, spingono la loro attività nel Novecento, restando tuttavia testimoni del secolo nel quale sono nati.
Lorenzo Viani

Lorenzo Viani

Lorenzo Viani (Viareggio 1882-Ostia 1936) ha la sua prima formazione con artisti come Fattori e, soprattutto, come Plinio Nomellini che dall’adesione al linguaggio proposto dai macchiaioli aveva elaborato un suo divisionismo non privo di echi di pittura mitteleuropea, da Klimt a Hodler.
Luca Carlevarijs

Luca Carlevarijs

Figlio del pittore e architetto Giovanni Leonardo, nacque ad Udine nel 1663 ed appena sedicenne si trasferì a Venezia assieme alla sorella Cassandra. La sua pittura fu segnata in particolare dal soggiorno a Roma, compiuto sul finire del XVII secolo, nel corso del quale ebbe modo di confrontarsi con la pittura dei bamboccianti olandesi e soprattutto con la luminosa produzione di Gaspar van Wittel, che lo portò ad accostarsi al vedutismo e ad abbandonare la giovanile produzione di genere.
Luigi Bartolini

Luigi Bartolini

Luigi Bartolini (Cupramontana 1892- Roma 1963), oltre ad essere scrittore originale ha opere di pittura nelle quali si esprime una decisa autonomia nei confronti delle situazioni culturali e artistiche attorno alla cultura di “Novecento”.
Luigi Bertelli

Luigi Bertelli

Luigi Bertelli (Caselle di Bologna 1832 – Bologna 1916) è a Parigi nel 1867 in occasione dell’Esposizione Universale che allora vi ebbe luogo. L’area intera della pittura francese moderna, dai paesaggisti della Scuola di Barbizon sino ai realisti Courbet e Millet, gli fornisce allora un bagaglio che egli seppe mettere a frutto prendendo nel contesto artistico italiana una posizione del tutto originale.
Maestro dell’Adorazione di Groote

Maestro dell’Adorazione di Groote

Questa figura di anonimo pittore fiammingo dell’inizio del Cinquecento venne ricostruita da Max Friedländer nel 1915 in un suo articolo sull’arte manierista ad Anversa, derivandone il nome dall’opera che egli propose di attribuirgli, un’Adorazione dei Magi, all’epoca conservata a Kitzburg, nella collezione Freiherr von Groote (oggi a Frankfurt, Städel Museum).
Marco Gastini

Marco Gastini

Marco Gastini è nato a Torino nel 1938. Esordisce nel ’58; ha la prima personale nel ’64 (dopo il diploma all’Accademia di Belle Arti di Torino); nel ’68 approda all’astratto, scavalcando l’esperienza informale e materica che intuisce ormai superata.
Marco Tirelli

Marco Tirelli

Marco Tirelli nasce a Roma nel 1956. È allievo all’Accademia di Toti Scialoja, maestro cui sempre resterà legato. La prima personale è del 1978, a Milano. Nel 1981 ha una sala alla Biennale di Venezia. Tre anni dopo inizia la collaborazione con il gallerista Fabio Sargentini, che durerà tutti gli anni Ottanta.
Mario Mafai

Mario Mafai

Mario Mafai (Roma 1902-1965) nel 1917, quindicenne, abbandona gli studi per dedicarsi alla pittura. E’ del 1924 l’inizio dell’amicizia con Gino Bonichi, detto Scipione, assieme al quale s’iscrive alla Scuola libera del Nudo nell’Accademia di Belle arti di Roma.
Mario Nigro

Mario Nigro

Mario Nigro nasce a Pistoia nel 1917. Compie precocissimi studi musicali. Trasferitosi con la famiglia a Livorno, inizia la pittura, orientata dapprima verso una declinazione della metafisica dechirichiana. All’università di Pisa si laurea in chimica e, dopo la guerra, in farmacia.

label_ricerca

label_filtra

label_categorie

  • Secolo