Salta al contenuto
Gino Severini, Composition sur une courbe algebrique
Tipologia
Dipinto
Soggetto
Astratto
 
 
 
Cronologia
1954
Materia e tecnica
Tempera su masonite
 
 
 
Misure
Compilatore
Augusta Monferini
 
 
 
Descrizione
Si tratta di una tipica composizione astratta degli anni Cinquanta nei quali Gino Severini fece ritorno al Futurismo dopo la lunga parentesi figurativa intercorsa tra le due guerre. Il titolo che allude ad una curva algebrica attesta il vivo interesse dell'artista ai rapporti tra  il “numero” e le forme, quale si era già manifestato negli anni di pubblicazione del suo “Du Cubisme  au Classicisme” (1921). L'orientamento futurista, sia pure ormai tardo, si manifesta nel movimento impresso ai segmenti rettilinei e alle curve che frammentano in una serie di figure geometriche irregolari l'intero campo del dipinto, creando dei tasselli nei quali si inseriscono vivacemente i colori in rapporto dinamico tra di loro, dai neri ai bianchi, dai verdi chiari ai gialli, dagli avana ai grigi. Ne risulta un ritmo come di danza, tema  congeniale a Severini fin dalle sue ben note Danseuses degli anni tra il 1912 e il 1914. Questa nuova versione del tema ritmico rinuncia tuttavia alla rappresentazione di una figura danzante, riflettendo il clima dell'avanguardia astratta che dominava la scena internazionale prima dell'avvento dell' Informale.
Composition sur une courbe algebrique
I percorsi tematici associati