Salta al contenuto
Alessandro Salucci, Capriccio architettonico con monumenti di Roma
Tipologia
Dipinto
Soggetto
Paesaggio
 
 
 
Cronologia
sesto decennio del XVII
Materia e tecnica
Olio su tela
 
 
 
Misure
cm 142 x 195
Compilatore
Alessandro Zuccari
 
 
 
Descrizione
Sui lati di un profondo piazzale, Salucci ha disposto una serie di edifici rappresentativi della Roma antica e moderna, colpiti da una luce calda e serale che produce suggestivi effetti d’ombra. Sulla destra si distinguono facilmente il Pantheon, Palazzo Farnese, l’Arco di Settimio Severo, la Basilica di San Pietro, la Torre delle Milizie e Castel Sant’Angelo. Sulla sinistra l’Arco di Costantino, i Dioscuri del Quirinale, le rovine del Tempio della Concordia, il Colosseo e gli edifici del Campidoglio. Al centro del dipinto si riconoscono, invece, la Fontana dei Fiumi di piazza Navona, la Colonna Traiana e la statua equestre di Marc’Aurelio.
Nell’angolo a sinistra, un gruppo di persone sta ammirando i frammenti del colosso costantiniano che è conservato nel cortile del Palazzo dei Conservatori. Questi e altri personaggi hanno per lo più l’aspetto di popolani, come a ricreare l’animazione di una piazza romana. Ed è quest’ultimo elemento che permette di individuare l’influsso esercitato sull’artista toscano dai cosiddetti pittori Bamboccianti. E’ noto infatti, che durante il suo soggiorno romano, Salucci ebbe stretti rapporti e proficue collaborazioni soprattutto con l’olandese Jan Miel e Michelangelo Cerquozzi. Va inoltre osservato che questo tipo di veduta anticipa quelle realizzate nel Settecento dal piacentino Giovanni Paolo Panini.
Capriccio architettonico con monumenti di Roma
I percorsi tematici associati