Salta al contenuto
Tipologia
Dipinto
Soggetto
Paesaggio
 
 
 
Cronologia
1918-1919
Materia e tecnica
Olio su tela
 
 
 
Misure
cm 70 x 100
Compilatore
Augusta Monferini
 
 
 
Descrizione
Morbelli  arrivò tardi al Divisionismo. Infatti aveva quasi raggiunto i quarantanni quando nel 1891 partecipò con Segantini e Previati nella Esposizione Triennale di Milano, segnando l'avvio dell'esperienza divisionista italiana. Il presente dipinto è un'opera tarda dell'artista piemontese, eseguito tra il 1918 e 1919, l'anno della sua morte. Riproduce il paesaggio che si apre dalla sua casa di campagna a La Colma di Rosignano, nel Monferrato, un luogo a lui molto caro e familiare dove ha potuto dedicarsi liberamente allo studio e alle incessanti sperimentazioni durante tutta la sua vita. A distanza di anni, lo stesso tema ripetuto tante volte in più versioni, diventa la traccia di un diario intimo, visivo ed emozionale. Da questo soggetto, si dipana il suo serrato dialogo con la natura. Tralasciati i temi ispirati alla vecchiaia e ai temi sociali, l'artista nei suoi ultimi anni ritorna infatti alla pittura di paesaggio, a quegli stessi soggetti che avevano segnato il suo esordio, ma con un mestiere che ha ormai raggiunto altissimi livelli. La profondità maestosa del vasto orizzonte, l'inedito taglio fotografico, l'intenso tessuto cromatico a piccolissimi tocchi di colore “diviso”, dosato con sapienza, rivelano la pienezza dello stile raggiunto dal maestro. Da una ringhiera intrecciata da festoni di foglie tra cui si accendono i rossi vividi dei fiori, e su uno spiazzo inondato di luce si apre la veduta grandiosa che le lontane cime innevate racchiudono in un ampio golfo monumentale sotto un cielo che si confonde con le vette. Una luce meridiana stinge le creste dei due monti su cui lo sguardo rimbalza per raggiungere l'orizzonte lontano.
Dalla Colma
I percorsi tematici associati