Salta al contenuto
Viviano Codazzi, Prospettiva urbana con figure
Tipologia
Dipinto
Soggetto
Paesaggio
 
 
 
Cronologia
1630 circa
Materia e tecnica
Olio su tela
 
 
 
Misure
cm 58 x 137
Compilatore
Alessandro Zuccari
 
 
 
Descrizione
La veduta di Codazzi, completamente di fantasia, presenta gruppi di figure all’interno di una piazza, circondata su due lati da possenti architetture. Sulla sinistra un arco, preceduto da colonne che sostengono un balcone, sembra immettere su una strada laterale. Segue un elegante porticato, sorretto da coppie di colonne con capitelli ionici, che emerge verso il piazzale. Sullo sfondo appare un complesso edificio composto da un atrio al piano terreno, da un luminoso loggiato al piano nobile e da una geometrica torretta a due livelli.
Quest’insieme di architetture indica le grandi capacità scenografiche del pittore. Egli è in grado di ricreare sulla tela l’immagine di un’inesistente città italiana, evocata attraverso lo stile classicheggiante delle varie strutture. Le lunghe ombre prodotte dagli edifici indicano l’ora serale in cui è ambientata la composizione, con la gente che torna ad affollarsi nella piazza dopo il caldo diurno. I piccoli e animati personaggi ricordano, nel loro abbigliamento e nelle loro pose, la pittura dei bamboccianti, pittori che diffusero la scena di genere nella Roma del Seicento e con i quali Codazzi fu in contatto. Per l’esecuzione di queste figure è stato avanzato il nome di François Perrier, artista francese attivo a Roma, ben disposto a questo tipo di collaborazioni.
Prospettiva urbana con figure
I percorsi tematici associati