Salta al contenuto
Cesare Maggi, Paesaggio sotto la neve
Tipologia
Dipinto
Soggetto
Paesaggio
 
 
 
Cronologia
1902 circa
Materia e tecnica
Olio su tela
 
 
 
Misure
cm 180 x 310
Compilatore
Augusta Monferini
 
 
 
Descrizione
In questo grande dipinto di Cesare Maggi è evidente l'influenza di Segantini non solo nella scelta del grande formato ma soprattutto nel soggetto. L'artista rivela la sua gagliarda potenza costruttiva presentandoci in una imponente veduta frontale la solenne maestà della montagna.
Il  manto nevoso riverbera una luce alta e cruda che investe e fa vibrare le figure delle due contadine. Esse sono piccole e sole, al centro della grande distesa innevata, e si tengono abbracciate, allontanandosi dalla casa per venirci incontro e come proteggendosi a vicenda dall'incombenza della colossale montagna rocciosa, enorme  bastione  che si squaderna in un chiarore dai riflessi azzurrini.
Anche la costruzione in mattoni dal tetto innevato che si profila sul lato destro dietro due arbusti stecchiti che gettano delle sottili ombre sul terreno, appare come schiacciata dalla mole della catena alpina. Una grande ombra, densa di mistero, si profila in primo piano, portata da un'altra costruzione che non vediamo e che potrebbe essere l'abitazione verso cui le due donne si dirigono.
Qui l'artista riesce davvero a emulare il grande Segantini nella forza della luce abbacinante, resa più aggressiva nel suo erompere da uno sfondo di cielo quasi innaturalmente cupo, come ancora abitato dalla notte.
Paesaggio sotto la neve
I percorsi tematici associati