Salta al contenuto

Luigi Bartolini (Cupramontana 1892 - Roma 1963)

Luigi Bartolini (Cupramontana 1892- Roma 1963), oltre ad essere scrittore originale ha opere di pittura nelle quali si esprime una decisa autonomia nei confronti delle situazioni culturali e artistiche attorno alla cultura di “Novecento”. Un’autonomia che lo colloca a   grande distanza dal tema del “ritorno all’ordine” novecentesco.
Egli è anche uno dei più cospicui incisori del XX secolo in Italia, da collocare immediatamente al secondo posto tra gli incisori del suo tempo, dopo Giorgio Morandi.
Si forma a Roma e qui svolge  per intero la sua carriera, nella quale poesia e acquaforte si incontrano in testi illustrati.
Bartolini ha lungamente  e acutamente interrogato alcuni artisti del passato stabilendo con le loro lezioni rapporti non servili e trovando in loro un forte stimolo ad invenzioni di notevole livello. Tra i suoi modelli, Goya, Fattori, Rembrandt, sempre animosamente interpellati in una forte concitazione emotiva.



Antonio Del Guercio