Salta al contenuto

Nella Marchesini (Marina di Massa 1901 - Torino 1953)

Nasce a Marina di Massa il 6 ottobre 1901e si trasferisce con la famiglia, nel 1911, a Torino dove trascorrerà interamente la sua vita.
Si lega subito all'ambiente gobettiano, diventa molto amica della moglie di Piero Gobetti, Ada che, alla morte di questi, sposa Ettore Marchesini, fratello di Nella. E' lo stesso Piero a presentarla nel '20 a Felice Casorati nel cui studio si compie la sua formazione; farà parte, con Silvio Avondo, del primo nucleo della celebre 'Scuola di Casorati' che il Maestro aveva avviato nel suo studio di via Mazzini e che negli anni si svilupperà con un largo seguito di allievi. E' del '21 la sua prima esposizione con lo stesso Casorati e Avondo, in una mostra di grafica alla Galleria Centrale di Torino. Le sue apparizioni pubbliche avvengono sempre nel contesto delle esposizioni organizzate intorno a Casorati e alla sua scuola. A partire dal '27 inizia la sua frequente partecipazione alla Società Promotrice delle Belle Arti di Torino. Nel '28 partecipa alla Biennale di Venezia con tre opere tra cui La famiglia acquistata poi da Gualino. Nel '30 si unisce al pittore Ugo Malvano e rallenta gradualmente la sua partecipazione alla 'Scuola di Casorati' nonchè la sua attività espositiva.  Prosegue tuttavia in modo serrato la sua produzione che da questo momento si intreccia sempre più alla scrittura in prosa o in versi. Con l'avvento delle leggi razziali che colpiscono Malvano, il suo percorso artistico si fa sempre più marginale e appartato. La vita quotidiana, in una delicata vena sentimentale e circoscritta alla sfera privata si rispecchia nei piccoli paesaggi di Drusacco. Nel dopoguerra affiora invece una tensione drammatica sempre più scoperta che la morte della sorella, seguita a breve da quella del marito, rendono più profonda. Nel '52, già malata, organizza una mostra retrospettiva del marito e muore l'anno seguente.


Augusta Monferini