Salta al contenuto
Mario Tozzi, Case di Borgogna
Tipologia
Dipinto
Soggetto
Paesaggio
 
 
 
Cronologia
1923
Materia e tecnica
Olio su cartone telato
 
 
 
Misure
cm 38 x 46
Compilatore
Antonio Del Guercio
 
 
 
Descrizione
Due fabbricati dal lato destro del quadro si spingono verso il centro, attorniati da una cupa vegetazione, sotto un cielo che verso lo sfondo raccoglie una tenue luce solare.
L’opera è del 1923, ossia successiva alla sua adesione alla poetica di Valori Plastici. L’apparenza semplice, quasi banale, della composizione è smentita da una forte evocazione  di silenzio e di misteriosa solitudine. La sospensione enigmatica della Metafisica si naturalizza per così dire, assume un aspetto familiare e penetra nella normalità delle cose per provocare, a partire da quella normalità, un rimando ad un inafferrabile “altrove”.
Un’inquietudine sottilmente insinuata pervade questo brano di natura, bene al di là della normalità, o banalità, che esso offre al primo sguardo.
Case di Borgogna
I percorsi tematici associati